La mela della Apple, la “virgola” della Nike, l’omino Michelin, la conchiglia della Shell: ormai sono numerosi i loghi che hanno scritto la storia e che sono entrati a far parte della nostra quotidianità al punto tale che non ci rendiamo nemmeno conto della loro presenza.

I loghi migliori di tutti i tempi

I loghi migliori di tutti i tempi sono quelli in cui coincidono la brand image e la brand identity: da un lato l’immagine del marchio che viene percepita dai consumatori, dall’altro lato quel che il marchio intende rappresentare.

Loghi migliori

Immediatezza e semplicità sono due delle doti che contribuiscono al successo di un logo: si tratta della capacità di arrivare direttamente, e senza fronzoli, al target di riferimento, così da riuscire a restare impressi e da essere in grado di farsi riconoscere.

Un logo che ha fatto scuola in tempi recenti, per esempio, è quello di Airbnb, che richiama la sagoma di un individuo a braccia aperte (l’ospitalità è alla base del successo del servizio), include un cuore e il simbolo della geo localizzazione, e in più mostra la lettera iniziale del brand, la A.

Molto più vecchio, ma sempre attuale, è il logo della Nike, il cosiddetto Swoosh, una semplice virgola che, però, è sinonimo di rapidità e di movimento: è stato ideato all’inizio degli anni Settanta e ancora oggi è noto a tutti. Da ricordare anche il logo di McDonald’s, con i due archi gialli che formano la M.

Messaggi subliminali nei loghi: alcuni esempi

Il primo esempio di messaggio subliminale nei loghi può essere quello di Amazon: avete presente il sorriso a forma di freccia che si trova sotto la scritta? Non tutti hanno notato che parte dalla A e finisce alla Z: un modo per dire che in magazzino si trova qualsiasi prodotto, dalla A alla Z, appunto.

Anche quello di FedEx è un logo celebre e pluripremiato, visto che tra la E e la X si nasconde una freccia bianca, sinonimo di velocità e di spostamenti. Nel logo del Toblerone, invece, le linee della montagna gialla nascondono la sagoma di un orso, visto che l’azienda ha sede a Berna, che è famosa proprio come città degli orsi. Il logo del Tour de France, ancora, mostra nella R di Tour un ciclista in azione.

Ancora, ecco il logo di Cisco, le cui linee verticali costituiscono una versione stilizzata del Golden Gate di San Francisco, e quello di Gillette, che mostra tra la G e il puntino della I un taglio netto, come quello che si può ottenere con un rasoio. Infine, ecco il logo di Carrefour, con il negativo della C nascosto tra la freccia rossa e quella blu: colori non casuali, per altro, dato che richiamano la bandiera della Francia.

Loghi famosi nel 2018

E oggi quali sono i loghi più famosi? Alcuni li abbiamo già menzionati: sono quelli di Amazon e di McDonald’s, due aziende che – nei rispettivi settori – hanno rivoluzionato le nostre abitudini. In ambito tecnologico ecco la mela di Apple e la scritta di Google, in cui ci imbattiamo ogni volta che cerchiamo qualcosa su Internet.

Logo Fedex

E, ancora, ecco il logo di Microsoft, ben presente a chiunque usi un computer, quello di Chupa Chups e quello di Coca-Cola. In Italia non si può non citare, fra i tanti, il Cavallino Rampante della Ferrari.

Comments are closed.