Inserire il logo aziendale su una o più auto è un ottimo modo per farsi pubblicità e per promuovere il proprio marchio giungendo a una platea potenzialmente molto ampia. Prima di affidarsi a questa soluzione, in ogni caso, ti conviene conoscere tutti gli adempimenti burocratici a cui devi prestare attenzione ed essere consapevole delle tariffe con cui dovrai fare i conti, variabili a seconda del Comune in cui ti trovi.

Come inserire il nome della propria ditta sull’auto

Per inserire il nome della ditta sull’auto devi sapere che ciò ti è permesso unicamente se il veicolo in questione è intestato all’azienda. Tale soluzione pubblicitaria non può essere utilizzata da privati a titolo oneroso o per conto terzi.

Pubblicità su auto aziendale

Il colore bianco non deve superare un sesto della superficie complessiva; inoltre, le scritte e le immagini devono trovarsi ad almeno 70 centimetri di distanza dai dispositivi di segnalazione visiva. Non è permessa la riproduzione di cerchi o di triangoli, che potrebbero essere scambiati per segnali stradali dagli altri automobilisti.

Logo aziendale su auto: autorizzazioni e costi

L’imposta che è necessario pagare riguarda qualunque mezzo di comunicazione capace di generare pubblicità. L’imposta cambia a seconda del numero di abitanti del Comune in cui il messaggio pubblicitario viene diffuso, e quindi il veicolo circola: i Comuni sono divisi in cinque classi (più di 500 mila abitanti, tra 100 e 500 mila abitanti, tra 30 e 100 mila abitanti, tra 10 e 30 mila abitanti, meno di 10 mila abitanti). Maggiore è il numero di abitanti e più è elevata la tariffa.

Le amministrazioni comunali sono tenute a rendere pubbliche le tariffe, che possono essere riviste annualmente: in assenza di provvedimenti, esse vanno considerate rinnovate tacitamente. La classe I presuppone un costo di 19 euro e 63 centesimi; per la classe II si devono pagare 17 euro e 56 centesimi; con la classe III si scende a 15 euro e 49 centesimi; per la classe IV è richiesto un contributo di 13 euro e 43 centesimi; con la classe V, infine, si pagano 11 euro e 36 centesimi.

Per le forme pubblicitarie di lunga durata, comunque, è prevista una riduzione dell’imposta dovuta pari al 90%: allo scadere del terzo mese, l’imposta da pagare è pari a un decimo di quella iniziare.

Pubblicità su camion vela

Anche la pubblicità su camion vela rientra tra le opportunità che puoi cogliere per promuovere la tua azienda: si tratta di ricorrere alle cosiddette vele pubblicitarie, che assicurano la migliore promozione in movimento. I camion vengono posizionati nelle piazze e negli altri punti strategici delle città, soprattutto in occasione di manifestazioni, eventi o fiere.

Pubblicità su camion vela

Possono venire parcheggiati in sosta in una via trafficata o essere in movimento, ma in entrambi i casi garantiscono una notevole visibilità e, soprattutto, hanno il merito di riuscire ad arrivare al bacino di utenza a cui si è interessati. Gli impianti bifacciali possono circolare a qualsiasi ora del giorno: se hai in mente di progettare la grafica per questo tipo di pubblicità, puoi rivolgerti a noi per approfittare della creatività e della competenza del nostro staff. Contattaci tramite il form o chiamaci!

---------

Comments are closed.