I brand più famosi del mondo

Dalla tecnologia al settore alimentare, dall’abbigliamento alle automobili: i brand più famosi del mondo sono entrati a far parte delle nostre vite diventando spesso più importanti dei loro stessi prodotti.

Quando nasce un brand

Quante persone si considerano fan di Apple al di là della qualità dei singoli dispositivi del colosso di Cupertino? Per i marchi più celebri, il valore finanziario ed economico dei vari articoli è stato superato dalla fama e dall’impatto del brand in sé.

Quando nasce un brand

Per far nascere un brand è bene tener presente che esso corrisponde al marchio, non al logo di un’attività: evitare confusione tra i due concetti è indispensabile per partire con il piede giusto. Il logo, infatti, è qualcosa di visibile, se non addirittura di tangibile. Il brand, invece, ha a che fare più che altro con un concetto, con un’essenza che ispira determinate sensazioni nella mente delle persone.

Lo scopo di un brand è quello di fare in modo che anche prodotti in apparenza poco innovativi possano essere venduti. Se venisse lanciata sul mercato una bevanda alla cola a base di stevia avrebbe lo stesso successo ottenuto dalla Coca-Cola alla stevia? Probabilmente no, perché Coca-Cola capitalizza la fama del proprio brand che dipende, in molti casi, anche dal fatto di essere arrivati primi in un certo mercato.

Quali sono i brand più famosi del mondo?

I fattori che permettono di definire la fama di un brand sono numerosi: tra i più celebri ce ne sono molti che siamo abituati a vedere tutti i giorni sotto i nostri occhi, al punto che quasi non ce ne rendiamo conto. Basti pensare al brand Nike, che oggi è il primo produttore al mondo di articoli per lo sport, o a quello di Chupa Chups, il cui logo fu ideato addirittura dal pittore Salvador Dalì.

Sempre nel settore dell’industria alimentare, non si può non menzionare il brand di Coca-Cola. Ma se è vero che i brand più famosi sono quelli sotto gli occhi di chiunque, come si fa a dimenticare quello di Google? E, ancora, vale la pena di citare Disney, Danone, Nintendo, Audi, e così via.

I brand più ricchi

Il brand più ricco al mondo, stando ai dati forniti nel 2018 da Brand Finance, è Amazon: la creatura di Jeff Bezos, infatti, può contare su un valore di più di 150 miliardi di euro, ed ha superato in questa graduatoria Google, che in precedenza si trovava sul gradino più alto del podio e che ora si deve “accontentare” del terzo posto, a quota 120 miliardi, superata anche da Apple, il cui valore si aggira attorno ai 146 miliardi.

La top ten dei marchi include quasi unicamente brand tecnologici, da Samsung alla ICBC, da Facebook a Microsoft. Ne fanno parte, inoltre, Walmart, Bmw, Verizon e AT&T. Secondo gli analisti il segreto dell’ascesa di Amazon deve essere individuato nella diversificazione, e cioè nella capacità di aggredire e di conquistare segmenti di mercato sempre nuovi: basti pensare che di recente ha comprato anche la catena di supermercati Whole Foods.

brand più ricchi del mondo

Naturalmente un altro aspetto molto importante è quello legato all’innovazione. Per quel che riguarda i brand italiani nei primi 500 posti ci sono Eni, Tim e Enel, ma anche gruppi di moda come Prada e Gucci, oltre a Ferrari, Intesa San Paolo, Poste e Generali.

---------

Comments are closed.